Media Mentions

L’effetto Coronavirus si ripercuote anche sulla GDO dove da settimane, continua la crescita delle vendite, anche sul web. Quindi la distribuzione si trova ora a gestire flussi di ordini e dati non previsti, ne consegue che reti e datacenter della GDO sono ora messi a durissima prova.

Infinidat è il nuovo partner di IFOM per ciò che riguarda la sua infrastruttura storage, ora con tempi di accesso ai dati dieci volte più veloci rispetto a prima. IFOM è un istituto di ricerca all’avanguardia nello studio della formazione e dello sviluppo di tumori a livello molecolare.

IFOM, l’istituto di oncologia molecolare creato nel 1998 da FIRC, Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ha scelto Infinidat come partner di riferimento per la nuova infrastruttura storage dell’istituto di ricerca, all’avanguardia nello studio della formazione e dello sviluppo di tumori a livello molecolare.

Infinidat è stato scelto da IFOM come partner di riferimento per la nuova infrastruttura storage dell’istituto di ricerca, all’avanguardia nello studio della formazione e dello sviluppo di tumori a livello molecolare. Le funzionalità storage offerta dalla soluzione Infinibox ha consentito ai ricercatori dell’istituto di ottenere tempi di accesso ai dati dieci volte più veloci rispetto all’infrastruttura precedente, oltre a un livello unico di affidabilità nel mercato.

Con l’evoluzione e la crescita dei progetti di trasformazione digitale cresce anche il consumo dei dati. Che si tratti dell’erogazione di nuovi servizi online, o semplicemente di nuovi progetti in cloud, la trasformazione dei processi interni ed esterni e la capacità di prendere le giuste decisioni richiedono la valorizzazione delle informazioni e porta le organizzazioni di ogni grandezza a raccogliere, proteggere ed analizzare grandi quantità di dati per ottenere un vantaggio sui competitor.